Articolo: Come il Qatar è diventato campione dell'Asia di Brian Beard

Casa   ⇒   Articoli

Il Qatar vince il Coppa d'Asia 2019 AFC, per la prima volta, ha dato alla nazione mediorientale una spinta enorme nella corsa verso di diventare la prima nazione nella regione a ospitare una Coppa del Mondo FIFA, nel 2022. Non solo il Qatar ha superato tutte le aspettative, sia internamente che su il palcoscenico mondiale, il modo impressionante con cui sono arrivati ​​alla finale negli Emirati Arabi Uniti e il modo davvero impressionante con cui hanno spazzato via i favoriti del Giappone per vincere la competizione hanno fatto sì che il mondo si mettesse a sedere e prendesse nota.

Non solo, ma tutta la pubblicità negativa che ha perseguitato il Qatar da quando ha vinto la Coppa del Mondo 2022 sembra essere stata messa da parte ancora più di quanto non fosse in vista della Coppa d'Asia di successo che ha annunciato il 2019, un ottimo modo per iniziare la strada verso il 2022 che ora è a soli tre anni di distanza.

Qatar: i primi anni

Sebbene il trionfo della Coppa d'Asia sia stato di gran lunga il più grande successo calcistico internazionale del Qatar, un'analisi degli archivi mostra che la loro squadra nazionale, che ha giocato la sua prima partita internazionale solo nel 1970, ha un record abbastanza decente. La prima partita di calcio internazionale in assoluto del Qatar, nel marzo 1970, ha visto una sconfitta per 2-1 contro il Bahrain in cui Mubarak Faraj è entrato nel libro dei record del calcio qatarino come marcatore del loro primo gol in nazionale.

Il Qatar ha partecipato a 10 competizioni di Coppa d'Asia anche se nei nove tornei precedenti al 2019 ha raggiunto i quarti di finale solo due volte. Nel 2000 sono state una delle due migliori terze classificate e nel 3 sono arrivate seconda nel Gruppo A dietro l'Uzbekistan.

Prima di entrare per la prima volta nella Coppa d'Asia, nel 1980, il Qatar ha partecipato regolarmente alla Coppa d'Asia Coppa del Golfo, a partire dal 1972, quando sono crollati a tre sconfitte consecutive, ma due anni dopo hanno sfondato con la prima vittoria internazionale della nazione, 4-0 sull'Oman. Sebbene il Qatar abbia perso nella semifinale della Coppa del Golfo contro l'Arabia Saudita, ha concluso il torneo vincendo lo spareggio per il 3 ° posto con una vittoria ai calci di rigore sugli Emirati Arabi Uniti.

Il Qatar è entrato per la prima volta nelle fasi di qualificazione per la Coppa d'Asia nel 1975 ma non è riuscito a qualificarsi per il torneo del 1976 sebbene abbia ospitato la Coppa del Golfo del 1976 e sia arrivato terzo.
Il Qatar ha finalmente fatto il suo debutto in Coppa d'Asia nel 1980 dopo aver superato quello che si è rivelato un gruppo confortevole che includeva Bangladesh e Afghanistan, ma è uscito anticipatamente dalla competizione con un record di 1 vittoria, 1 pareggio e 2 sconfitte. Ma i qatarioti se la sono cavata meglio nella Coppa del Golfo del 1984 quando erano secondi in Iraq.

Quel risultato del 1984 è stato il miglior risultato del Qatar fino al 1990, quando è passato dal secondo classificato alla Coppa del Golfo, al Kuwait, alla vittoria della coppa in casa due anni dopo, nonostante abbia perso 1-0 contro l'Arabia Saudita nell'ultima partita.
Il calcio internazionale del Qatar ha continuato a migliorare nel corso degli anni '1990 e si è classificato secondo nella Coppa del Golfo del 1996. Due anni dopo, come padroni di casa, sono finiti di nuovo secondi nella Coppa delle Nazioni Arabe del 1998 quando hanno perso contro l'Arabia Saudita.

Nel 2000 il Qatar ha perso contro la Cina nei quarti di finale della Coppa d'Asia e questo è stato davvero per quanto riguarda i risultati nel calcio internazionale per il Qatar in quel decennio. Ma poi è arrivato il premio 2010 della Coppa del Mondo FIFA 2022 ed è stato come se qualcuno avesse acceso una miccia sotto la nazionale.

Nel 2011, come padroni di casa, hanno perso nei quarti di finale della Coppa d'Asia, con un gol all'89esimo minuto che ha regalato ai futuri campioni del Giappone una vittoria per 3-2. Poi, sempre come padroni di casa, hanno vinto il 2014 Campionati WAFF. Quello doveva essere un anno molto significativo per il Qatar, poiché ha anche vinto il Campionato asiatico Under 19 e il successo della Coppa del Golfo lo ha reso una superba tripletta per il 2014.

Nonostante abbia subito una sola sconfitta nel 2014, le successive competizioni di Coppa del Mondo e Coppa d'Asia sono state singolarmente insignificanti, anche il loro forte la Coppa del Golfo, nel 2017, li ha visti subire l'ignominia dell'eliminazione dalla fase a gironi.

Finali della Coppa d'Asia AFC 2019

Ma tutto è stato perdonato quando il Qatar ha vinto la Coppa d'Asia 2019. A parte i padroni di casa degli Emirati Arabi Uniti, il Qatar è stata la prima nazione a qualificarsi per le finali e ha preso il volo, vincendo le prime sei partite, più di quanto fosse riuscito nelle precedenti nove competizioni di Coppa d'Asia. E hanno subito un solo gol nell'intero torneo, e quello è stato al Giappone in finale.

Il Qatar ha dato il via alla Coppa d'Asia 2019 con una vittoria per 2-0 sul Libano, essenziale poiché i rivali del girone dell'Arabia Saudita hanno iniziato con un 4-0 contro la Corea del Nord, ma poi il Qatar è andato davvero in città battendo anche il Libano, segnando due gol in più rispetto al I sauditi, e quattro dei loro gol sono arrivati ​​da Almoez Ali Zainalabiddin Abdulah portando il suo bottino a cinque in due partite. Quando si è trattato del pareggio decisivo, il Qatar ha continuato la sua forma impressionante con un successo per 2-0 sull'Arabia Saudita e Ali ha continuato la sua forma eccezionale con entrambi i gol segnando sette gol in tre partite per vincere il girone con tre vittorie su tre, 10 gol fatti e nessuno subito.

Negli ottavi di finale con l'Iraq, il Qatar ha vinto per la prima volta una partita a eliminazione diretta alla Coppa d'Asia con lo straordinario bigodino di Al Rawi su punizione per passare ai quarti di finale con la Corea del Sud. Se il Qatar ha sorpreso tutti con i suoi progressi fino ai quarti di finale, ha causato uno shock per completare una sorta di `doppia` della Corea con un'altra vittoria per 16-1, solo la seconda sconfitta per la Corea del Sud in 0 partite di Coppa d'Asia. Il gol decisivo è stato uno strepitoso gol di Abdelaziz Hatem a soli 21 minuti dalla fine di una partita in cui le possibilità erano scarse.

In semifinale è stato un vero derby e quasi un affare interno, visto che il Qatar ha affrontato i padroni di casa degli Emirati Arabi Uniti, uno dei paesi limitrofi che ha imposto sanzioni al Qatar per presunte affiliazioni terroristiche. Doveva essere più unilaterale del previsto e la squadra degli Emirati Arabi Uniti è stata sommersa 4-0, e Almoez Ali ha mantenuto la sua forma di punteggio con uno dei gol che lo ha portato a otto nel torneo.

Quindi, per la prima volta in assoluto, il Qatar ha raggiunto la finale della Coppa d'Asia dove ha affrontato il favorito Giappone che aveva vinto imperiosamente le tre partite a eliminazione diretta senza subire gol.

Imperterrito dall'affrontare i favoriti, il Qatar ha fatto il miglior inizio possibile alla finale portandosi in vantaggio di 12 minuti attraverso, ovviamente, Almoez Ali. Non solo lo ha fatto con stile con un audace calcio in testa, ma il suo obiettivo ha fissato un nuovo record di nove per la Coppa d'Asia. È stata aggiunta l'ironia del fatto che Ali, nato sudanese, sia stato autorizzato a giocare dalla Confederazione calcistica asiatica solo poche ore prima della finale a seguito di una protesta degli Emirati Arabi Uniti sulla sua idoneità.

Hatem ha poi aggiunto un secondo 15 minuti dopo e il Giappone è stato rock. Un altro traguardo è stato raggiunto dopo 69 minuti quando Takumi Minamino è diventato il primo giocatore a violare la difesa del Qatar nel torneo, ma il vantaggio di due gol è stato ripristinato da un rigore in ritardo di Akram Afif per infliggere la prima sconfitta in assoluto alla finale di Coppa d'Asia al Giappone e dare al Qatar il suo primo titolo e una massiccia spinta sulla strada per il Qatar 2022.

Verso le finali della Coppa del Mondo FIFA 2022

Resta da vedere quanto slancio darà la vittoria della Coppa d'Asia al Qatar, ancora sotto embargo da molti dei loro vicini vicini. Ma i padroni di casa del 2022 hanno arato a prescindere, determinati a basarsi sul successo della Russia 2018 e sono certi di massimizzare la spinta del trionfo della Coppa d'Asia.

I qatarioti sono stati ostacolati dalla loro mancanza di tradizione calcistica anche prima di presentare la loro offerta per il 2022 e non si sono preoccupati di utilizzare la Coppa del Mondo per diventare più di alto profilo sulla scena regionale e mondiale. Ma è diventato subito evidente sulla scia dell'annuncio del premio nel 2010 che il Qatar ha fortemente sottostimato le ricadute su di loro, dai diritti umani al costo colossale di ospitare la Coppa del Mondo 2022, ma hanno reagito in modo positivo. Dalle nuove leggi sul lavoro all'allentamento degli atteggiamenti nei confronti dell'alcol e dell'omosessualità, che è illegale in quella nazione. "Tutti sono i benvenuti nel 2022" è la linea ufficiale del Comitato Supremo responsabile della Coppa del Mondo, anche se non è chiaro come verrà applicata la legge attuale.

Quello che forse è difficile da capire per l'Occidente è che il cambiamento in Medio Oriente è più evoluzione che rivoluzione e per un paese minuscolo come il Qatar, che ha un'economia petrolifera basata su un'industria ad alta intensità di manodopera, cambiare la dinamica non è facile.

Il Qatar vuole essere più prominente, quindi essere spinto sulla scena mondiale attraverso la Coppa del Mondo, ma con i riflettori arriva un maggiore controllo e questo è un nuovo fattore con cui i padroni di casa del 2022 dovranno fare i conti. Qualunque sia la loro eredità, per la loro stessa gente, e che sia espressa come una forza trainante dietro i loro preparativi per la Coppa del Mondo, non sarà evidente fino a molto tempo dopo la presentazione del trofeo d'oro nel dicembre 2022. Ma il Qatar ha iniziato molto prima di fare offerte per la Coppa del Mondo in primis.

Nel 2004 è stata fondata in Qatar l'Aspire Academy con il preciso scopo di scouting e far crescere gli atleti del Qatar, proprio perché la nazione non aveva un'eredità sportiva e calcistica. Anche fornire un'istruzione secondaria faceva parte del mandato. Nel giro di un decennio quella politica aveva dato i suoi frutti quando la nazionale di calcio Under 19 del Qatar vinse per la prima volta i campionati AFC Under 19, con una squadra composta interamente da studenti attuali o precedenti dell'Aspire Academy.
Sarà interessante vedere quanti di loro saranno presenti in Qatar 2022.

Qatar Playing Squad Coppa d'Asia 2019 Emirati Arabi Uniti

# Pos Giocatore Data di nascita luogo di nascita Caps Obiettivo Lega/Club
1 GK Saad Al Sheeb 19 febbraio 1990 (28 anni) Doha, Qatar 41 0 Qatar Al Sadd
2 DF Rd-R6 6 agosto 1990 (28 anni) Algueirao-Mem Martins, Portogallo 34 1 Qatar Al Sadd
3 DF Abdelkarim Hassan 28 agosto 1993 (25 anni) Doha, Qatar 71 9 Qatar Al Sadd
4 DF Tarek Salman 5 dicembre 1997 (21 anni) Doha, Qatar 7 0 Qatar Al Sadd
5 MF Ahmed Fatehi 25 gennaio 1993 (25 anni) Doha, Qatar 6 0 Qatar Al Arabi
6 MF Abdulaziz Hatem 28 ottobre 1990 (28 anni) Doha, Qatar 44 1 Qatar Al-Gharafa
7 FW Ahmed Alaaeldin 31 gennaio 1993 (25 anni) Egitto 15 1 Qatar Al-Gharafa
8 DF Hamid Ismail 16 giugno 1986 (32 anni) Doha, Qatar 56 0 Qatar Al Sadd
9 MF Khaled Maometto 7 giugno 2000 (18 anni) Doha, Qatar 0 0 Spagna Culturale Leonesa
10 FW Hassan Al-Haydos 11 dicembre 1990 (28 anni) Doha, Qatar 105 23 Qatar Al Sadd
11 FW Akram Afif 18 novembre 1996 (22 anni) Doha, Qatar 35 11 Qatar Al Sadd
12 MF Karim Boudiaf 16 settembre 1990 (28 anni) Rueil-Malmaison, Francia 56 4 Qatar Al-Duhail
13 DF Tameem Al-Muhaza 21 luglio 1996 (22 anni) Doha, Qatar 0 0 Qatar Al-Gharafa
14 MF Salem Al-Hajri 10 aprile 1996 (22 anni) Doha, Qatar 4 0 Qatar Al Sadd
15 DF Bassam Al-Rawi 16 dicembre 1997 (21 anni) Baghdad, Iraq 11 0 Qatar Al-Duhail
16 MF Boualem Khukhi 9 luglio 1990 (28 anni) Bou Ismail, Algeria 49 12 Qatar Al Sadd
17 MF Abdelrahman Moustafa 5 aprile 1997 (21 anni) Doha, Qatar 1 0 Qatar Al-Ahli
18 DF Abdulkarim Al-Ali 25 marzo 1991 (27 anni) Doha, Qatar 16 1 Qatar Al-Sailiya
19 FW Almoez Alì 19 agosto 1996 (22 anni) Khartoum, Sudan 29 9 Qatar Al-Duhail
20 MF Ali Afif 20 gennaio 1988 (30 anni) Doha, Qatar 52 9 Qatar Al-Duhail
21 GK Yousef Hassan 24 maggio 1996 (all'età di 22 anni) Doha, Qatar 5 0 Qatar Al-Gharafa
22 GK Mohammed Al-Bakri 28 marzo 1997 (21 anni) Doha, Qatar 2 0 Qatar Al-Khor
23 DF Assim Madibo 22 ottobre 1996 a ed 22 Doha, Qatar 14 0 Qatar Al-Duhail

PUBBLICITA
Sito di scommesse online Betway
Post Passati
Torna in alto